Connect with us

Estrattore di succo: in salute grazie a un puro concentrato di vitamine

Pubblicità

Oggigiorno sempre più persone scelgono stili di vita più salutari e stanno attente alla propria alimentazione. Sono in molti ad aver abbandonato i succhi di frutta industriali, ricchi di zuccheri e privi di sostanze nutritive, decidendo di produrli personalmente utilizzando centrifughe o estrattori.

Ovviamente la frutta e la verdura devono essere fresche, di stagione, possibilmente biologiche e a km zero!

Si può utilizzare qualsiasi tipo di frutta con tanto di buccia e di semini, ad eccezione di quella con nocciolo (da cui deve essere privata) e quella con la buccia spessa, come per esempio gli agrumi oppure l’ananas, da cui occorre ovviamente rimuoverla.

Negli ultimi anni in tanti avevano optato per la centrifuga per preparare i propri succhi homemade.

loading...

Ma ultimamente in molti la stanno accantonando preferendole l’estrattore. Quello che differenzia i due apparecchi è innanzitutto la velocità alla quale girano. Mentre la centrifuga gira a una velocità maggiore, facendo sì che il succo si riscaldi e perda inesorabilmente diverse importanti sostanze nutritive, l’estrattore, ruotando più lentamente, le preserva.

In questo modo il succo è “vivo”, ricco di vitamine ed enzimi. Un toccasana per la salute e particolarmente assimilabile grazie alla ridotta quatità di fibra presente. Inoltre l’estrattore può essere utilizzato anche per produrre latti vegetali (come il latte di mandorla e di nocciole).

La seconda differenza tra i due strumenti sta nella quantità di fibre: mentre il succo estratto ne contiene poche, quello centrifugato ne è più ricco. Conseguentemente, nel caso in cui si necessiti incrementare l’apporto di fibre nella propria dieta, la centrifuga è da preferire.

Un’ultima differenza tra i due macchinari è il prezzo, l’estrattore è indubbiamente più costoso, anche se grazie alla sua crescente diffusione diversi marchi hanno realizzato articoli più abbordabili e oggi è possibile trovarne in vendita anche intorno ai 100 €. Se possibile è meglio preferire quelli realizzati in acciaio inox, dato che durano più a lungo e sono più facili da pulire.

Pubblicità
loading...
Continue Reading

Maria è l'autrice di questo Blog. Ama parlare del Mondo della Moda, del Benessere, della Cucina (ama cucinare) e della Casa.

Clicca QUI per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli in: Benessere

To Top